lunedì 4 luglio 2011

Mini-Coyote: localizzatore autovelox in tempo reale

Lo ammetto, Mercoledì sera ho guardato la TV (cosa che non faccio molto spesso) e mentre facevo zapping sono capitato su Italia1 proprio mentre le Iene parlavano di multe e autovelox. Odio le multe e gli autovelox anche se cerco di essere sempre prudente quando guido ma non voglio parlarvi delle mie doti da automobilista.

Durante il servizio hanno presentato (sponsorizzato?) un gioiellino davvero fantastico che potrebbe salvare migliaia di automobilisti da multe e ricorsi. Quello che vi presenterò oggi è un localizzatore GPS di autovelox che, tramite internet e server dedicati, permette di condividere in tempo reale le informazioni degli automobilisti.

Gli automobilisti attualmente hanno due modi per evitare le multe:
  • controllare la velocità della propria auto e regolarla in base al tratto stradale in cui si trovano;
  • aggiornare spesso il database degli autovelox nel navigatore (che risolve il problema a metà perché incapace di segnalare i velox dinamici).
La soluzione è avere prudenza e un dispositivo aggiornato sia con i velox fissi che con quello “mobili”. Come? Con Mini-Coyote, un localizzatore Gps di Magneti Marelli che, con un modulo telefonico Umts/Hsdpa è in costante collegamento con i database aggiornati e messi a disposizione dalle Polizie e dalle società autostradali di tutta Europa. Mini Coyote non segnala solo i velox fissi ma si basa anche sul “passaparola” tra gli automobilisti in possesso del gadget: appena si avvista un poliziotto armato di “laser” o una postazione fissa, si preme un pulsante e il Mini-Coyote invia un impulso che aggiorna istantaneamente la banca dati centrale. L’update del database è così rapido che si riescono ad ottenere informazioni utili addirittura se ci si trova nel raggio di 270 metri dalla segnalazione. Quando il dispositivo avverte un velox o un aggiornamento da parte di un altro dispositivo comincia a lampeggiare emanando un suono.
Ma non è finita qui. Avete presente il sistema Tutor? Il Safety Tutor (o Sistema informativo per il controllo della velocità), a differenza del normale autovelox, misura la velocità media (e non quella istantanea) tra due sezioni lontane anche diversi chilometri, in modo da fornire una misura attendibile ed incontestabile per rilevare le infrazioni, senza penalizzare chi supera il limite di velocità per brevi tratti come, ad esempio, durante un sorpasso. Il Mini-Coyote ci viene in aiuto anche con il Tutor infatti ci informa sulla velocità a cui stiamo viaggiando (grazie al GPS) e sulla velocità media totalizzata dal momento in cui il veicolo è entrato nel tratto controllato dal tutor. In questo modo abbiamo la possibilità di diminuire la velocità se la media risulta superiore al limite. Una curiosità che voglio darvi sul tutor è che il sistema misura la velocità media calcolata sul tratto considerando che la velocità massima sia sempre 130 Km/h; se, per esmpio, incontrassimo un tratto a 90 Km/h, potremmo sempre mantenere la velocità di 130 Km/h perché il sistema tutor non ne tiene conto.
Altra funzionalità del dispositivo è quella di avvertirci se stiamo per entrare in una ZTL. Inoltre c’è un fantastico kit per i miei amici motociclisti (l’azienda finalmente ha pensato anche ai centauri).
Queste sono le caratteristiche nel dettaglio:
  • Ricevitore GPS di ultima generazione A-GPS (GSM-GPRS)
  • Comunicazione costante con il server Coyote tramite GPRS
  • Sistema di avvertimento visivo su schermo OLED e sistema di avvertimento sonoro
  • Possibilità di regolare il volume del sitema di avvertimento sonoro
  • Autonomia media della batteria di 10 ore
  • Possibilità di ricaricare la batteria tramite la presa dell’accendisigaro 12V o con una presa USB 5V
  • Avverte l’utente se esposto a temperature troppo elevate
  • Consumo max durante l’utilizzo 450 mA, in fase di ricarica 300mA (sotto 5V)
  • Dimensioni: larghezza 8,8 cm - altezza 5 cm - profondità 2,5 cm
  • Peso: 87 grammi
Molti sostengono che il sistema non è legale ma una nota sul sito ufficiale ci informa del contrario.
Il costo del dispositivo si aggira intorno ai 149€ e per i primi 7 mesi l’abbonamento al sistema GPS di comunicazione con i server (Abbonamento EUROPA) è gratis e dall’ottavo mese costa 12€ al mese o 99€ all’anno. Sicuramente meglio di pagare una multa da 400€ con perdita di punti sulla patente ;)
Aggiornamento: mi sono dimenticato di scrivere che esiste anche una app per iPhone. Correte perché l’applicazione è gratuita fino al 31 Luglio 2011!!!

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento